Come recuperare i file da una penna USB danneggiata o formattata

Come recuperare i file da una penna USB danneggiata o formattata

I tuoi dati sono conservati in una penna USB/SD danneggiata e non sai come fare? Non perdere le speranze, esistono dei programmi che ti consentiranno di recuperare il materiale. Se il computer non legge più questo supporto esterno non disperare, il software gratuito Recuva molto spesso è in grado di risolvere la situazione. L’operazione non solo funziona se il dispositivo è danneggiato, ma anche se è stato formattato. Il programma sarà molto semplice da utilizzare e in pochi passaggi potrà esportare i file dalla penna USB oppure da un’altra periferica (SD, microSD) danneggiata. Per scoprire come recuperare i file da una penna USB, segui la guida!

Istruzioni

Difficoltà: FACILE
1

Per scaricare il programma gratuito on line, recati sul sito web di Recuva ed effettua il download cliccando sull’apposito bottone verde “Scarica Ultima versione”. In seguito, partirà lo scaricamento.

2

Al termine del download, potrai procedere con l’installazione del software. Alla fine di tale procedura, potrai lanciare il programma che, in realtà, dovrebbe aprirsi automaticamente da solo.

3
Si aprirà la schermata di schermata di Benvenuto e, in seguito, dovrai selezionare il tasto “Avanti”. Dopo tale click incomincerai a visualizzare delle schermate fondamentali per il recupero dei tuoi file.
4
Nella prima dovrai selezionare quale tipo di file stai tentando di recuperare. A disposizione avrai una lista di contenuti. Sarà necessario fare click sul pallino situato al fianco di uno di essi. Ad esempio, se stai cercando di prendere delle foto, dovrai spuntare la voce “Immagini”. Se, invece, sei interessato a tutti i file contenuti, potrai cliccare su “Altri”. Dopo la scelta clicca su “Avanti”.
5
Nel prossimo step dovrai indicare dove erano posizionati i file. Potrai sia recuperare dei contenuti che originariamente erano presenti nel tuo hard disk del computer oppure, come ti abbiamo già detto, avrai l'occasione di selezionare un scheda SD oppure su un lettore. Se vuoi essere preciso, potrai anche selezionare la voce “In una posizione specifica” per indicare la precisa unità in cui erano presenti, ad esempio se vuoi recuperare i file da una penna USB, cliccando poi su “Sfoglia” e selezionare la pendrive collegata al PC. Infine, clicca su “Avanti”.
6
Nella successiva schermata dovrai decidere se attivare una scansione approfondita. In questo caso, si deve selezionare la casella “Attiva Scansione Approfondita”. Consigliamo di non spuntare tale voce, ma di provare prima a fare una normale ricerca. In seguito, se avrai necessità, potrai procedere con tale modalità. Per procedere con la ricerca dei file cliccare su “Avvia”. Si aprirà una piccola finestra che indicherà la procedura.
7
Al termine di tale operazione, si aprirà una finestra con l’elenco dei file trovati. Anche se lo “Stato” del contenuto dovesse essere evidenziato come “Irrecuperabile” consigliamo comunque di provare a prenderlo. Nel mio caso ci sono riuscita senza problemi.
Per effettuare il recupero, bisogna selezionare la casella situata al fianco del suo nome, cliccare con il tasto destro e selezionare la voce “Recupera Evidenziati”.
In seguito, ti sarà chiesto dove salvare il file.

Scrivi un commento

  • Rossana Carrozzo - 17 aprile 2014

    Chiedo se si possono recuperare i file della mia penna USB anche se da una prima indagine fatta risulta essere rotto il chip della suddetta.

  • vince77 - 6 febbraio 2014

    Io consiglierei l’uso di un programma che si chiama SoftStore Data Recovery PRO, è in grado di recuperare dati da usb danneggiata o formattata.
    Recurva è un giocattolo a confronto…

  • roma9 - 31 gennaio 2014

    con la mia chiavetta non ha funzionato, ma sono riuscita a recuperare i dati con EaseUs Partition Master Free Edition (partition-tool.com) dopo aver verificato con Gestione dischi che aveva perso la formattazione FAT32 e risultava RAW. Quest’altro prodotto ha funzionato perfettamente e ho recuperato tutto (anche la chiavetta)

  • Nick70 - 30 agosto 2013

    Purtroppo il programma non ha potuto essermi utile: la chiavetta dava capacità 0 byte e non era possibile aprirla in alcun modo.
    È anche vero che l’ho aperta nell’unico modo possibile: smontandola.
    Ho notato che, oltre ad un chip piccolo e 2 grandi v’è anche un piccolo condensatore, con su scritto J12000 ed ho provveduto, con difficoltà, a cambiarlo con quello d’un’altra vecchia USB tra quelle che conservo oramai smontate da anni… miracolosamente ho potuto recuperare tutt’i dati; una volta disconnessa e reinserita però la chiavetta ha smesso definitivamente di funzionare, anche dopo un’ulteriore sostituzione del condensatore.

    • clotilde - 3 dicembre 2013

      ciao nick di dove sei? riusciresti a farlo anche a me? ti pago se vuoi ma 90 euro per ricavare un file come mi chiedono è troppo

  • nicla 88 - 8 gennaio 2013

    ma se la chiavetta non e danneggiata posso stare sicura che mi recupera tutti i fail che sono stati eliminati???

  • Carlo76 - 31 dicembre 2012

    Il programma è ottimo ma funziona solo se la chiavetta non è danneggiata fisicamente. Se si è guastata elettricamente l’unico modo per riavere i dati è mandarla a un laboratorio specializzato come ad esempio SOSdati.it

  • Antonio - 23 novembre 2012

    E’ il peggiore software in circolazione

    • Nikopolidis - 9 dicembre 2012

      L’importante è che funzioni. :)