Quando un monitor per computer fa la differenza!

Il monitor è una delle periferiche per computer tra le più importanti, l‘interfaccia diretta tra l’utente e il computer, in grado di visualizzare al meglio programmi, siti web, giochi e tutto ciò di cui abbiamo bisogno.

A meno che non si abbia intenzione di acquistare un portatile, adatto per chi si sposta di frequente e ha necessità, anche lavorative, di avere sempre accesso ad un computer, sarà necessario valutare l’acquisto di un buon monitor, da abbinare ad un computer e a tutte le perifiche di cui si ha bisogno.

Vediamo, quindi, in breve le caratteristiche di cui bisognerà tenere conto:

  • dimensioni: se utilizzerete il PC per guardare film, catalogare immagini o lavorare su file multimediali, potrebbe essere necessario uno schermo ampio, di almeno 20-24 pollici. Se optate per un monitor con decoder Tv digitale annesso, potrete utilizzarlo anche per vedere la TV.
  • risoluzione: uno schermo di 20-24 pollici dovrebbe avere una risoluzione di almeno 1920 x 1080 pixel; di 2560 x 1440 in caso di monitor di 26 pollici.
  • tecnologia: anche se si tratta di un argomento molto tecnico vale la pena considerare anche la tecnologia del pannello a cristalli liquidi. Nel caso di un monitor per PC, la più comune è la twisted nematic, economica e con buoni tempi di refresh. I monitor LCD vertical aligment, invece, offrono una maggior precisione cromatica, e infine la tecnologia in-plane switching ha un contrasto elevato e neri profondi, con buona velocità di refresh.
  • ingressi video: generalmente gli ingressi in dotazione sono il video digitale DVI, la presa HDMI ed eventualmente un ingresso DisplayPort. In questo modo sarà possibile collegare più dispositivi.
  • finitura del pannello: potrà essere opaca o lucida. La prima è adatta per evitare i riflessi prodotti da oggetti situati nelle vicinanze del monitor, la seconda permette di ottenere colori più vividi e brillanti ma risente dei riflessi.

Riassumendo, se si utilizza il computer per gestire video e altri file multimediali, vale la pena di valutare l’acquisto di un monitor con finitura antiriflesso, di almeno 27 pollici e una risoluzione di 2560 x 1440 pixel e tecnologia IPS. Chi dovrà invece lavorare nell’ambito della progettazione tecnica o grafica 3D, potrebbe aver necessità di un Ultra HD con diagonale di almeno 30 pollici.

Per giocare, il pannello TN con basso tempo di risposta è l’ideale. È sufficiente una diagonale di 24 pollici con finitura antiriflesso. Un computer per uso generico, per la casa o l’ufficio, dovrebbe avere una finitura antiriflesso, un pannello IPS di almeno 22 pollici e un supporto regolabile orizzontalmente e verticalmente, per evitare affaticamento da parte dell’utilizzatore.

Ciò detto, prima di valutare l’acquisto di un monitor, è bene leggere e consultare attentamente le ultime recensioni per monitor PC, così da essere sempre informati sugli ultimi modelli in commercio e, soprattutto, su eventuali promozioni in corso.

Loading...
CONDIVIDI