Differenza tra copywriter advertising e copywriter-seo

Avete mai sentito parlare di copywriter? Questo termine, molto in voga negli ultimi anni, viene spesso confuso con la parola copyright che in realtà è tutta un’altra cosa. Infatti il copyright è il classico “diritto d’autore” che viene riconosciuto dopo che un’opera è stata registrata (noterete un apposito simbolo).

Ma allora, chi è il copywriter?

Per copywriter invece, si identifica un soggetto che riscrive tutte le parole di un comunicato stampa, di una pubblicità, di una storia e che normalmente lavora presso un’agenzia pubblicitaria. Viene spesso abbreviato con il nome di Copy e fa in sintesi un lavoro di “interpretazione e rielaborazione” delle parole, definendo un nuovo titolo, un nuovo corpo del testo, secondo le esigenze del committente.

Un nuovo lavoro: il copywriter

Quello che inizialmente era un lavoro svolto prevalentemente presso agenzia di stampa e pubblicitarie, attualmente grazie anche al mondo del web, sta diventando un nuovo lavoro, da svolgersi anche autonomamente e in modalità free-lance. Infatti non sono poche le persone che appassionate di scrittura creativa, si reinventano in questo ruolo.

Internet infatti ha creato nuovi profili professionali e dato spazio a nuove possibilità di lavoro, utilizzando il mezzo del linguaggio. Ma il linguaggio utilizzato sul web è molto diverso da quello della carta stampata, quindi anche il professionista copywriter si è dovuto col tempo adeguare alle nuove esigenze.

Scrivere online oppure scrivere offline, non è la stessa cosa. Il contenuto e lo stile di scrittura va adeguato alle esigenze del web. La prima cosa che un copywriter deve saper fare è ottimizzare il suo articolo per i motori di ricerca.

Mentre il lettore, che acquista un giornale cerca un solo argomento, il lettore che cerca sul web, spazia fra tantissimi argomenti e spesso finisce a ricercare e condividere notizie sul social. Quindi lo stile di scrittura da utilizzare deve adeguarsi al nuovo bacino di utenti.

I nuovi utenti, si rivolgono al web non solo per leggere una notizia ma soprattutto per cercare delle informazioni e delle risposte ai loro problemi. Cosa significa?

Il copywriter deve quindi scrivere contenuti per il web, brevi e interessanti, ma che diano immediata risposta alle domande dell’utente.

Copywriter advertising o copywriter-seo

Se parliamo di copywriter dobbiamo però fare una distinzione fondamentale fra, copywriter advertising e copywriter-seo.

Il copywriter advertising è quindi la nuova frontiera della figura professionale del copy che non si rivolge più al pubblico ridimensionato della carta stampata ma che deve estendersi verso gli utenti del web, con una nuovo modalità di scrittura, che deve essere innanzitutto veloce, versatile, con un linguaggio chiaro e in grado di dare delle risposte.

Tuttavia, per scrivere per il web è necessario tener conto anche del cosiddetto posizionamento sui motori di ricerca, quindi il copy deve diventare un copywriter-seo, ossia un professionista del settore in grado di scrivere in modalità SEO.

Scrivere in modalità SEO

SEO, è l’acronimo di Search Engine Optimization, cioè tutte quelle attività che servono per aumentare il traffico di un sito web. Lo scopo di un copywriter-seo è quello di scrivere contenuti che rispondono a tale esigenza.

Ciò avviene in due modi:

  1. Utilizzando nel proprio testo le “parole chiavi” (keyword)
  2. Rispettando i parametri previsti da Google per una migliore indicizzazione.

Quindi avere un bravo copywriter-seo è fondamentale per far aumentare le visite del vostro sito ed avere più possibilità di commerciare i prodotti.

CONDIVIDI