PC fuori uso? Ecco come ripararlo con il fai da te

Chi lavora molto con il computer lo sa, non c’è niente che possa far cominciare una giornata storta quanto un messaggio di errore sullo schermo o, peggio, il pc che non si accende già di primo mattino.

Lavorare da remoto ha molti vantaggi ma comporta il rischio di dover rimanere completamente fermi nel caso in cui il computer presenti dei problemi o non ne vuole proprio sapere di partire.

Per non parlare dei dati in esso contenuti che rischiano di andare irrimediabilmente perduti.

A poco serve perdere la pazienza e dare di matto: se ha deciso che non deve funzionare, non ci saranno formule magiche a risolvere il problema con uno schiocco di dita.

La prima cosa da fare in questi casi è quella di mantenere la calma e cercare di capire quale può essere il problema.

In alcuni casi, infatti, potrebbe non essere necessario dover mandare il pc in assistenza e sperare che gli esperti lo facciano resuscitare.

Un dispositivo elettronico che lavora parecchio, infatti, potrebbe riscontrare diverse problematiche nel tempo, ma non tutte sono irrisolvibili.

Vediamo quali sono le più frequenti e in che modo è possibile intervenire direttamente senza scomodare un tecnico.

Il pc non si accende più, perché?

Nel caso in cui il computer non si accende e non presenta nessuna spia attiva, magari il problema è dovuto alla batteria o all’alimentatore.

In questo caso, sarà sufficiente recarsi presso un centro autorizzato per assistenza Asus, HP o Acer, in base alla marca del dispositivo, per acquistare la batteria o l’alimentatore originali.

Se, invece, il problema non è legato all’alimentazione e magari si tratta di un bug momentaneo, si può provare a resettare il dispositivo tenendo premuto il tasto di accensione per 30 secondi. In questo modo, il problema dovrebbe essere risolto e il pc dovrebbe funzionare senza difficoltà.

Il pc si accende ma non è operativo, perché?

In questi casi, i problemi principali potrebbero essere due.

Nel caso in cui il pc sembra funzionare ma lo schermo rimane nero, il problema potrebbe risiedere nella scheda video.

Per accertarsi che il problema sia questo e quindi intervenire nel modo giusto, sarà sufficiente collegare il dispositivo ad uno schermo esterno o ad una tv. Se l’immagine viene riportata correttamente, allora è il caso di provvedere alla sostituzione dello schermo.

Nel caso in cui il problema non sia lo schermo, invece, è probabile che sia l’hardware a fare i capricci, pertanto è necessario smontare il pc per accertarsi che non vi sia entrata della polvere.

Questa operazione può essere eseguita autonomamente a casa acquistando una bomboletta spray di aria compressa, anche se probabilmente è più sicuro affidarsi alle mani di un esperto per evitare di peggiorare la situazione.

Ad esempio, i residenti a Monza, Brianza, Milano e dintorni possono rivolgersi al team di MonzaPC, formato da un gruppo di esperti informatici in grado di intervenire professionalmente su una vasta gamma di dispositivi e altrettanti problemi, come pc in blocco, ripristino software, sostituzione hard disk, ecc.

Chi non ha molta dimestichezza con la tecnologia può usufruire di assistenza portando il pc direttamente in negozio o chiedendo un intervento a domicilio.

Inoltre, chi teme di perdere dati importanti in esso contenuti, può tirare un sospiro di sollievo: MonzaPC si occuperà di recuperare i file e creare una copia del backup, così da scongiurare il peggio nel caso in cui il computer vada completamente sostituito.

Loading...
CONDIVIDI